Skip to content

Tongue.

maggio 25, 2011

Se per qualche motivo ti trovi negli Stati Uniti e vai in una edicola e chiedi di darti la rivista Tongue, l’edicolante cerca tra le riviste di heavy metal e dopo un pò mette tra le tue mani una tra le più famose riviste del settore fondata circa trenta anni fa dal bassista dei KISS che ha fatto della sua lingua esibita ogni tre secondi un’icona riconoscibilissima nel mondo rock e non solo.

La  bocca e la linguaccia che ricordano la bocca sinuosa di Mick Jagger disegnate dall’artista John Pashe è anch’essa icona immediatamente riconoscibile.

Del Piero sotto la curva con la linguaccia fuori nella semifinale mondiale del 2006 è un’altra immagine che non scoderò.Insomma la lingua al centro di tante considerazioni, infatti essa serve molto per:  1)gustare;  2)fare pernacchie, 3)leccare il culo; 4)leccare i piedi che è il modo eufemistico per ribadire il concetto precedente; 5)togliersi il cibo incastrato nei denti; 6)spostare la gomma da masticare da una guancia all’altra; 7)leccare i francobolli anche se non ti alzeranno lo stipendio come invece altre leccate di cui sopra; 8)e tutte le altre cose amene che starete senza dubbio pensando(porcellini!).

Ma la cosa a cui serve di più è per PARLARE!

Martedì me ne stavo tranquillo al sole sui pendii del Nevegal ad aspettare l’inizio della Cronoscalata del Giro d’Italia; mangio un panino e mi bevo una birra che mi rincoglionisce quel tanto che mi basta per decidermi a stendere una coperta e tentare di dormire  cullato dalla brezza dell’aria fresca di montagna.Tutto intorno il giusto brusio fatto di  insetti che volano, chiacchiere lontane e dall’inequivocabile ronzio che il gruppo Campagnolo dà alle bici che lo montano.Tutto sembra perfetto per schiacciare un pisolino.

Poi, come una sberla sul muso senti la voce stridula e acuta allo stesso modo di una donna : “possiamo metterci qui che c’è spazio”E dal quel “c’è spazio”è un interminabile fiume di parole; parla anche se non è richiesto, commenta tutto, è come una didascalia sotto le immagini..dice tutto quel che fa e perchè lo fa…stà spaccando i maroni a non finire!L’idilio è definitivamente compromesso quando inizia a giocare a carte con la nipotina che ha il suo stesso fottuto timbro di voce.Fino ad ora sono stato di spalle ma sono deciso a voltarmi per chiedergli di abbassare il tono di voce; mi giro e vedo una vecchietta sotto forma di ruga senza tutti i denti davanti AZZ…è una fattucchiera meglio stare zitti ho già tanta di quella sfiga e intanto penso che bello se invece dei denti fosse stata senza lingua…ora sarei più riposato!Notte.

Annunci
10 commenti leave one →
  1. Denis permalink
    maggio 26, 2011 5:31 am

    Sono convinto del tuo pensiero, probabilmente la tua vicina fa’ parte di quella categoria di persone che hanno sempre qualcosa da dire……. forse perché hanno l’udito meno sviluppato e non si rendono conto che a volte sarebbe meglio ascoltare, anche il silenzio, soprattutto in luoghi dove l’aria la luce e la semplice natura ti possono dare già tanto e non bisogna aggiungere niente
    Ciao

  2. maggio 26, 2011 6:35 am

    c’è un solo modo per chiudere la bocca alla femmina………andare via!!

  3. maggio 26, 2011 6:48 am

    C’e nè un altro che continua a parlare, parlare, parlare ma fa solo propaganda.
    Se la vecchietta che hai visto era come lui, potevi stare tranquilllo, era solo na’ poveraccia che aveva dimenticato a casa la dentiera ma non la lingua.

  4. madscape permalink
    maggio 26, 2011 11:42 am

    avevi un altro modo x far tacere la sdentata vecchietta ma qua e’ questione di gusti…..

    • maggio 26, 2011 1:28 pm

      conoscendolo si sarà mostrato subdolo e gentile portandogli la borsa della spesa.

      • madscape permalink
        maggio 26, 2011 4:53 pm

        per poi spaccirasi dipendente delle poste e farsi dare la pensione

  5. maggio 26, 2011 7:51 pm

    vedo che mi conoscete molto bene…

    • maggio 26, 2011 8:05 pm

      quando incontri madscape spiegagli bene il significato di borsa della spesa, cosi capirà che non c’è nessuna azione malavitosa da parte tua ma un opera a fin di pene.

  6. maggio 26, 2011 8:13 pm

    lo farò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: