Skip to content

Il sud più a nord del sud.

agosto 11, 2011

Premessa: mia suocera è napoletana e oramai ho a noia spiegare a certi cialtroni del nord di quanto laboriosi siano i componenti della sua famiglia e che non sono tutti come i luoghi comuni li descrivono.Detto questo , vi devo raccontare un episodio che mi ha riferito un cliente oggi pomeriggio.

Il personaggio in cui mi sono imbattuto è un imprenditore bresciano dai metodi spicci ma  educati, insomma il cliente che non mena il can per l’aia e arriva direttamente al sodo: ” Buongiorno, due paia di pantaloni, uno blu e uno grigio da far spezzato”.Il mio uomo.Idee chiare, poche parole.Impiego pochi minuti e lo accontento, della sua taglia fortunatamente nonostante i saldi ,c’è ancora scelta.Siamo ai saluti quando ci passa davanti un collega che assomiglia , tranne per il colore della pelle, all’ex calciatore di juve, Inter ,Arsenal, Patrick Viera.Lo nota e  ridendo attacca a raccontarmi di un episodio accadutogli pochi giorni prima.Il bar che frequenta a Brescia ha tra gli avventori un furfantello di origini comasche che si è distinto per piccoli atti deliquenziali, borseggi, truffe ai danni dello stato ma con esiti a dir poco comici.Comunque, un giorno si ferma al bar un uomo di colore scurissimo, alto due metri con un fisico pazzesco, da atleta  identico all’ex giocatore della nazionale francese.Il furfante lo nota subito e gli si avvicina , intravedendo subito una truffa,  salutandolo a voce alta :Buonjour VIERA .Questi si gira e in un italiano quasi perfetto  ricambia il saluto aggiungendo che non è nuovo a questo fraintendimento e spesso gli chiedono pure l’autografo, ridendoci un pò sù. Il Lupin dei poveri lo osserva attentamente e pur non conoscendolo gli fa subito una proposta indecente: ” Senti, sfruttando la tua immagine possiamo arricchirci; andiamo per concessionarie di automobili, acquistiamo delle auto di lusso e con un paio di firme false vedrai che ci portiamo a casa le macchine da poi rivendere a gente che conosco, non ti preoccupare sarà un gioco da ragazzi, tu ci metti la faccia ed io il resto.”Il sosia “cambia espressione, si fa serio e ribatte :” hei amico , sono senegalese mica terrone! Prende e se ne va lasciando il bar in preda alle risate e alla figura di merda del truffaldino.

Certe dicerie varcano i confini e i mari e ti ritrovi, senza che te ne accorgi,  che Il profondo Sud è Più a Nord del tuo Sud.Notte.

A mia suocera.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. agosto 12, 2011 12:22 am

    bresciano? ma dove lo trovi un bresciano autentico, ormai sono tutti importati….. e sotto la coda non c’è scritto made in cina, ma made in terronia…. forse è per questo che la coda è lunga……otto lettere!

  2. madscape permalink
    agosto 12, 2011 12:17 pm

    luoghi comuni a parte i tuoi famigliari, che conosco,sono lavoratori piu dei veneti ma sono anche mosche bianche…
    diciamo che l assistenzialismo e il vittimismo non sono consuetudini molto radicate qui da noi come in altre parti d Italia.
    monnezza docet….

  3. agosto 13, 2011 4:54 pm

    Ahahah! Fantastico il senegalese… Un saluto da una mezza terrona per bene 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: