Skip to content

Vorrei capire ma evidentemente non ne sono capace.

settembre 19, 2011

Cari amici vicini e lontani dopo qualche giorno di silenzio sono ritornato a digitare tasti con la mia solita lentezza. Il motivo  del lungo silenzio lo si trova nella mia saturazione mentale e da quel senso di impotenza che guardate affloscerebbe anche il grande Bob Malone.Me lo ripeto tutte le volte , non leggere i quotidiani, non lo fare , stanne lontano ma poi uno sguardo lo devo comunque dare.

Ma quanto schifo fa questa gentaglia parlamentare senza pudore? e non c’è verso di mandarla affanculo! Qualunquista ? è vero, ed è proprio qui che si impenna la frustrazione.Che si può fare ? come reagire? quale kit Ikea per debellarli? La democrazia? ..Ha ha ha ha ,ma mi faccia il piacere! Il voto risolve davvero ? non credo ,il problema è la classe dirigente di questo paese che non ha nessun elemento valido , una figura intellettuale di riferimento, un degrado che si inabissa in tutti i campi e gli strati sociali. Che fine stiamo facendo? Dove sono gli accademici, gli artisti che senza sembrare ostentatamente  “de sinistra “si espongono per dare una sterzata al degrado? Vorreste dirmi che le figure maggiori di una Destra italiana si concentrano solo in Ferrara , Veneziani…Feltri? Veramente, che schifezza.

L’altra sera sono da mia madre per cena , vado per lavarmi le mani e trovo sullo sgabello del bagno il settimanale ” Chi”, leggo in alto :” foto mai viste di Gheddafi con i suoi nipotini”?!?!?! Ma Signorini vuoi riabilitare moralmente anzi civilmente IL DITTATORE? temi che ti venga a trovare a casa? come se  vedere Hitler o Bocassa in mutande giocare a rincorrersi in salotto con la moglie mi facesse dimenticare e rivalutare chi sono stati! hai hai Alfonsetto, che poveraccio che sei, vedrai il capo ti salverà.

In ultima analisi, sto come i pazzi e non vedo confini.

Notte

Annunci
11 commenti leave one →
  1. settembre 19, 2011 9:59 am

    ricapitolando…… ti stavi lavando le mani, quindi ti trovavi in bagno….. e un giornale come chi dove si legge abitualmente? seduto sulla tazza del cesso, una lettura stimolante.
    la mia riflessione arriva a questo….. se “chi” ti deve stimolare la cagata, non quella scritta s’intende, come pensi sia stato scritto se non con il “culo”.

  2. settembre 19, 2011 11:10 am

    Adesso sono esagerata lo sò e lo dico in maniera un po’ provocatoria ma secondo me quelli al governo (e lo scrivo minuscolo) sono lo specchio di un popolo che (mica tutti ovvio ed esclusi i presenti) cerca la scorciatoia, non dice no a cose poco chiare, si ritiene furbetto, ha la mentalità di “a posto io a posto il mondo” .Purtroppo finchè in massa non saremo diversi, migliori quelli lì saranno sempre uguali, cambi il nome cambi la faccia ma cambia poco il succo. Io sono arci stufa di loro ma lo sono anche di molti miei concittadini che accettano situazioni che degradano e danneggiano il paese ma invece sistemano il loro orticello.Se così non fosse sono convinta che ad oggi saremo già scesi tutti in piazza … se non è ancora successo vuol dire che ci sono ancora troppe persone a cui va bene che le cose vadano così.Sono generalista lo sò ma inizio a credere davvero che il cambiamento prima deve avvenire dal basso.

    • madscape permalink
      settembre 19, 2011 11:45 am

      perfettamente daccordo!!!
      la società va rifondata dal basso.
      chi e’ sopra e’ l esasperazione in negativo di chi sta sotto.
      partiamo da noi.
      ci vorranno tanti anni pero’ e i problemi che abbiamo vanno risolti adesso.
      in passato si imbracciavano i fucili e si scendeva in piazza. adesso Grillo ci prova con le cozze ma ovviamente fa piu notizia sul tg vedere le escort.

    • settembre 19, 2011 7:32 pm

      Cara patty hai centrato il concetto , stiamo ancora troppo bene o ci illudiamo di esserlo o forse non vogliamo crederci che possa finire e accettiamo tuttto senza costrizioni…ciao

  3. madscape permalink
    settembre 19, 2011 11:50 am

    benvenuto ra gli schifati e i disillusi.
    anche Fi Pietro adesso candida il figlio.
    dimostrazione di un amara verità: non cadiamo come dei muli da spremere sul giochino destra sinistra centro. sono tutti uguali. e’ un gioco pirandelliano ma anche il fiore in bocca e’ diventato un bubbone. altro che sorriso amaro!!!!
    penso a soluzioni e violento i miei credo dicendo che bisogna disertare le elezioni ma nn vedo altre soluzioni pacifiche e nn voglio pensare a quelle violente.

    • settembre 19, 2011 7:34 pm

      Che tristezza le giustificazioni dipietriste…ma che vada a …perchè non rinuncia allo stipendio o perlomeno lo dimezza? bla bla bla

  4. settembre 19, 2011 8:26 pm

    vi avviso….. se scendo in politica mi comporterò esattamente come quelli che ci sono adesso….. quindi votatemi e poi cantate “uno su mille c’e la faaaaaaaaaaa”

  5. settembre 19, 2011 8:59 pm

    Hai scritto il titolo del post che, in un primo momento, l’ho scambiato per un film di Lina Wertmuller……ma si è poi rivelato come un produzione post-moretti, non il regista, ma di quelle sei/sette birrette (moretti) che ti sei bevuto prima di scrivere.
    El pueblo unido jamás será vencido……….(Il popolo unito non sarà mai vinto).
    Hasta, non quell’asta, la vista!!!

  6. madscape permalink
    settembre 20, 2011 11:32 am

    hasta che??? ma non era terminator???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: