Skip to content

Birra

giugno 20, 2012

Dopo tredici anni , ho finalmente invitato alcuni colleghi a cenare a casa mia , il Camagna non c’era perchè si trova in quel di Cattolica , ma per il resto il gruppo colleghi preferiti, tanto per citare Sloggy, c’erano tutti.
Cena all’aperto , con menù tipico Veneto: antipasto con salame e prosciutto crudo e sottaceti , bigoli al ragù della Val Leogra ( ragù bianco macinato fino), carne ai ferri e piselli in tegame e per dessert, il mio super speciale tiramisù. Da bere hanno portato delle birre di produzione artigianale dal grado alcolico che andava dagli otto agli undici gradi, birre esclusive da intenditori e degustazione, delle bombe nucleari.
Ci tenevo che fosse tutto perfetto e così è stato.
Il cibo, modestia a parte ma anche no, molto buono ma la birra merita una nota a parte: era fantastica!! E col caldo che c’era andava giù che è un piacere. Risultato ? Una balla collettiva colossale!! non una ubriacatura cattiva che rende tutti stronzi ma al contrario quella che ti prende le gambe e l’emisfero della risata. Non vi dico che facce, che risate che boiate pazzesche!!e poi come si dice: “NON GHÈ BIRRA CHE NON TEGNA CICCHE” e giù di sigarette rollate a mano.
Non credevo d’essere ancora capace a prendermi una sbronza tale da lasciare da sparecchiare , da voler andare a letto senza passare dal via ( bagno, denti..), da impiegare dieci minuti per portare la macchina in garage..
Che serata, grazie ragazzi, e per fortuna che sono in ferie altrimenti chi è che aveva la forza di andare al lavoro?
Notte.

Annunci
12 commenti leave one →
  1. Pisopisello permalink
    giugno 20, 2012 10:16 am

    A nome del camagna una sola parola: vadaviailcul,
    A nome mio, bravi se c’era lui vi rovinava la festa.

  2. giugno 20, 2012 10:57 am

    evvai!! sono contenta per questa serata, fa sempre bene divertirsi con le persone con cui passi gran parte della tua giornata 🙂

  3. giugno 21, 2012 10:00 am

    e io che speravo che….
    ma dimmi… c’erano anche le sorelle Ramonda?

  4. giugno 25, 2012 10:59 am

    e, queste son le serate che ti riappacificano col mondo!! quando ci vuole, ci vuole!

    • giugno 25, 2012 11:11 am

      Da quanto non mi ubriacavo così , che ridere…

      • giugno 26, 2012 9:49 am

        ecco, il rinunciare alle sane ubriacature (pensando al domattina) è uno dei più tristi segni dell` “invecchiamento”…..

      • giugno 26, 2012 10:40 am

        Come se è vero ciò che dici..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: