Skip to content

A volte capita di tornare sui propri passi

marzo 24, 2013

A dicembre, a seguito di un fatto, scrissi ciò che segue:
” Facebook, credevo fosse un ‘idea carina per trovare vecchi amici e scambiarsi quattro chiacchiere .
In un primo momento fu così ma qualche mese dopo non c’era più nulla da dire, posti qualche foto, clicchi mi piace a caso, fai qualche commento divertente e speri in una risposta che spesso non arriva… e non arriva perché spesso di quel che si scrive non interessa niente a nessuno. È un continuo mangia & bevi di notizie spesso inutili, di cani maltrattati, di foto allucinanti, di bambini goffi con didascalie irriverenti. Due palle!!
Così dopo qualche foto postata da altri, ti trovi a giustificarti per cose che non hai fatto ma che vengono mal interpretate, a giustificarti per “amicizie” che non hai accettato, per un mi piace non detto…NCS! Non ci siamo proprio.
Mi son sentito strano, non del tutto libero, e ho anche capito fino in fondo che il gioco sta proprio in questo: io non posso certo obbligare qualcuno a non fare o dire o condividere qualcosa , dunque ho scelto di non esserci più , di non stare alle regole che questo gioco impone e dunque mi sono definitivamente cancellato da FB.
E mi sento pure meglio, per quel che scrivevo poi…

Un anno fa ci eravamo anche liberati del pagliaccio e ora pare proprio che ritorni… Non si può avere tutto dalla vita.
Continua…”

Fondamentalmente le cose non sono cambiate però ho avuto da parte di molti veri amici che non mi hanno più trovato in Facebook un vero e proprio cazziatone perché è l’unico modo per tenersi in contatto considerando che la quotidianità include molte cose tra le quali una sbirciatina a FB e se ci si deve dire qualcosa è più pratico lasciare un messaggio .
Dove voglio arrivare? Penso di ritornare su Facebook per non deludere i miei fans…ha ha ha, per riallacciare amicizie e chiacchiere messe in sospeso per colpa di un giramento di palle in una notte di dicembre. Chiaro come il sole che dipende da me come usarlo e rapportarmi con questa piattaforma dalle tante cazzate e alcune possibilità…vedremo cosa succederà..
Buona notte

Annunci
6 commenti leave one →
  1. maria barberio permalink
    marzo 24, 2013 10:38 pm

    esatto, tutto sta in come si usano i mezzi a disposizione. e prinripalmente non lasciarsi schiavizzare, ma divertirsi sempre

    • marzo 25, 2013 10:44 am

      Appunto, vedremo come andrà, non che la volta scorsa mi fossi ammalato di Facebook ma certi comportamenti non mi piacevano. .

  2. marzo 25, 2013 12:10 am

    devi fare buon uso di quello che la natura ti ha donato…. e non è l’intelligenza, ciao uomo dal grande naso!

  3. marzo 25, 2013 11:23 am

    io non mi giustifico proprio in FB.
    al massimo, spiego e discuto. ma non credo di aver nulla di cui giustificarmi.

    però facebook è un pò una dittatura: se non ci sei, scompari… ovvio che sia molto comodo, specie quando gli amici sono sparsi in giro. ma nulla impedisce di alzare il telefono!
    la verità è appunto che FB permette di “restare in contatto” apparendo ogni tanto sul profilo di qualcuno e cliccando ‘mi piace’, senza interessarsi davvero alla persona.
    telefonare o altre interazioni richiedono invece un preciso interesse (reciproco), un domandare, un rispondere, uno scambio che su FB si è appiattito a notifiche.

    • marzo 25, 2013 11:42 am

      è l’unico modo che ho per dire a Sonny “mi piace” senza essere scambiato per culatone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: