Skip to content

Radiazioni

giugno 15, 2013

Ci risiamo, come dopo una pioggia spuntano i fiori, come al suono silenzioso di un portafoglio aperto difronte al banco del bar spuntano gli scrocconi, ai primi caldi, esalano dalle carcasse umane odori pungenti di docce sconosciute, di scarpe mai tolte, di ascelle pezzate!
Ho proposto alla direzione di munire tutti i commessi di un rilevatore di esalazioni, come quando vai a fare i raggi x e i tecnici radiografici hanno attaccato al bavero del grembiule (grembiule? Ma che parola è? Se la ripeti più volte non ha nemmeno senso…Vabbè…)quella scatoletta  che serve a rilevare la quantità di radiazioni che possono aver assorbito e quindi dopo un tot ti lasciano in riposo o ti danno un’indennità o ….muori.
Guardate non sto esagerando, proprio ieri mi si avvicina un tipo che la natura e la sua ingordigia lo hanno reso “piuttosto grosso” e come molti di loro incerto nel camminare. Grasso e sudore non sono in antitesi ma nemmeno la regola tanto che moltissimi magrolini sudano come sul precipizio della morte ma ciò che rende il sudore, miasma, è una combinazione chimica fatta di alterazioni endocrinali, rifiuto dell’acqua, errato uso della spugna (non serve per pitturare) e certamente un’alimentazione che fa dell’aglio l’ingrediente madre di ogni piatto!
Il nostro dal passo incerto mi chiede una giacca per una cerimonia, niente di più facile, abbiamo un settore taglie forti ben fornito ma per fargli indossare la giacca devo oltrepassare la distanza di sicurezza che è circa di quindici metri tanto che urlavamo per sentirci…
Lo aiuto ad infilare la giacca, prima una manica e poi l’altra, controllo l’abbottonatura frontale e trovandomi a pochi centimetri dalla sua faccia non ho vie di fuga e spero che non parli ma purtroppo PARLA!!! :” che bella giacca, mi sta da Dio, che ne pensa? Scusi, che fa a terra? Si rialzi, tutto bene?
“Tutto bene una sega, Calcutta in confronto è un resort 5 stelle”..
Sono morto…guadagno troppo poco per tutto questo…
Aiutatemi.
Notte estate.

ilsonnambulo

Annunci
11 commenti leave one →
  1. pisopisello permalink
    giugno 15, 2013 8:52 am

    pensa se ti chiedeva anche un paio geox, si sarebbe trasformato in grande capo dal calzino lercio a quel punto ti saresti sentito un ebreo nella camera a gas… morte sicura.

  2. giugno 15, 2013 12:15 pm

    Aromi naturali, fragranze d’amore, le percepisci perché sei un animale!

  3. maria barberio permalink
    giugno 15, 2013 9:19 pm

    si chiama rispetto degli altri, non puzzare.

  4. giugno 17, 2013 2:42 pm

    è una cosa che non sopporto proprio…

  5. giugno 19, 2013 7:37 pm

    La clorofilla, in questi casi, è il rimedio d’elezione. Infatti la clorofilla è un prodotto di sintesi delle mucche che la estraggono dapprima dall’erba medica che mangiano, e successivamente lasciano sul terreno. Se fresca ha un colore verdognolo ed è anche calda e fumante.

    • giugno 19, 2013 7:47 pm

      Grande Theo…spero tu stia bene, a proposito da noi quella cosa fumante si chiama boassa!

  6. il THeO permalink
    giugno 20, 2013 6:09 am

    Si grazie, sto bene.No, da noi si chiama così.Ma si sa che nel veneto siete più evoluti. Però è ugualmente ricca di clorofilla, tanto è vero che viene usata per fare il dentifricio: quello stesso che ha usato il tuo cliente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: